Che cosa bolle nella pentola avvelenata di Lugo?

Pubblicata il 21 settembre 2018

Vai alla sezione Cronaca »

Lugo (Ra). Sul nostro giornale Mario Betti, ex presidente della Cna e in passato anche amministratore, propone un percorso per salvare il centrosinistra lughese da una possibile sconfitta alle prossime elezioni comunali. In particolare si esprime a favore di un percorso unitario con la lista "La buona Politica" che ha un leader, Silvano Verlicchi, che viene dall'allora Pci e che il partito di maggioranza ha sempre considerato, per molti anni un valido interlocutore.
La proposta presuppone un passo indietro di Ranalli e Verlicchi per trovare un nuovo nome unificante (e ci sarebbe).

L'intervista era stata da poco pubblicata quando sul profilo facebook di Davide Ranalli compariva la seguente riflessione: “Da più parti mi è stato chiesto cosa rappresentasse per me prendere le distanze dal mio partito, seguono alcune riflessioni e la conclusione è chiara... per questo ho scelto di fare un passo indietro e lasciare aperto il campo.” Ma passano 10 minuti e il post sparisce.

Successivamente interviene il segretario della federazione del Pd, Alessandro Barattoni, il quale scrive che: “Apprendo con stupore la dichiarazione di Mario Betti che pretende di parlare del futuro di Lugo parlando solo del nome del candidato, di mediazioni e alleanze - credo a titolo personale - e suggerendo al centrosinistra di candidare come sindaco un esponente di una lista che spesso si è distinta in questo mandato per una opposizione ostruzionistica, strumentale alla positiva e dinamica azione amministrativa che il sindaco Ranalli ha realizzato in questi anni. A Betti, la cui ormai pluridecennale militanza politica dovrebbe suggerire maggiore attenzione alle dichiarazioni che rilascia, chiedo che senso abbia affermare di volere costruire un programma capace di unire e allargare di centrosinistra partendo dal pontificare sui candidati chiedendo a tutti, evidentemente non a se stesso, passi indietro? Se Betti ha delle idee da portare alla costruzione del programma della coalizione il percorso sarà di massima apertura, con altrettanta chiarezza pensiamo che se, invece, Betti vuole occuparsi di decidere solo nomi o con una tattica di vecchia politica costruire le condizioni del suo transito verso 'la Buona politica' gli facciamo i nostri auguri, ma siamo convinti che i cittadini lughesi meritino una politica più trasparente, generosa e capace di sostenere l'azione di cambiamento iniziata da questo sindaco e dalla sua giunta e dal centrosinistra per altri cinque anni.”

Poi torna sulla vicenda Mario Betti: “Buonasera a tutti, sta concludendosi una delle giornate più confuse della politica locale! Scherzando con amici mi ero illuso che il post del passo indietro di Davide Ranalli da candidato sindaco del Pd fosse stata conseguente alla mia intervista a 'leggilanotizia', ma così forse non è stato dal momento che il post è sparito e il segretario provinciale Barattoni si sta apprestando a sminuire l'episodio! Ma allora cosa sta succedendo? Chi comanda nel Pd a Lugo?...".

Infine torna a parlare Ranalli con una breve dichiarazione sempre affidata a facebook. Indicativa già nel titolo #adessobasta: "Nelle ultime settimane il dibattito attorno alla candidatura a sindaco del Comune di Lugo non è stato all'altezza della nostra città. Bisticci sui nomi, tattiche piccole e pochi progetti, vecchi arnesi della politica locale che pur di non mollare la presa manovrano senza sosta. Per questo, lo confesso, ieri sera ho pensato di sfidarli: se il problema sono i nomi, tirate fuori le idee, il campo è aperto. Purtroppo ho visto che in tantissimi cittadini per bene, non interessati ai giochini della politica, questo è stato letto come un mio ritiro dalla candidatura, generando inquietudini e preoccupazioni. Per questo , e solo per questo, l'ho rimosso. E adesso basta. Prima di tutto ringrazio il Pd che ha deciso di ricandidarmi. E adesso si parte...”.

Che dire: una giornata di ordinaria follia lughese.

(m.z.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy