Scuola: Cgil "soddisfatta" dalla giunta: "Riaprire 2 sezioni di nido e reinternalizzarne 3"

Pubblicata il 27 settembre 2018

Vai alla sezione Scuola e Formazione »

Scuola: la Cgil
Imola. "Molto soddisfatta" dopo l'incontro sulla scuola con la nuova amministrazione pentastellata. La Cgil con in testa la segretaria Mirella Collina dimostra di non essere più da diversi anni la cinghia di trasmissione del Pd e sta ai fatti.

"E' stato un percorso lungo che come Cgil abbiamo portato avanti negli ultimi mesi, incontrando più volte l'assessore e discutendone in assemblea con il personale, per entrare nel merito della riduzione delle due sezioni del nido e trovare soluzioni che ripristinassero l'offerta precedente dei posti comunali. La mediazione raggiunta era quella di valutare le richieste degli ultimi mesi per poi eventualmente ripristinare i posti a partire gennaio 2019 - scrivono dalla Camera del lavoro -. Ora ci è stata comunicata l'intenzione di riaprire nel prossimo anno scolastico le due sezioni di nido d'infanzia, Fontanelle e Piazza Romagna, e noi abbiamo ribadito la necessità di effettuare il monitoraggio costante delle richieste di iscrizione di questi mesi per valutare la possibilità di anticiparne la riapertura a partire da gennaio 2019 oppure di procedere all'ampliamento delle sezioni comunali già esistenti da 12 a 18 bambini. Altro punto all'ordine del giorno è stata la reinternalizzazione progressiva delle tre sezioni dell'infanzia Gasparetto, poiché l'accordo quadro che stabiliva la gestione in appalto delle tre sezioni scadrà il 31 dicembre 2018. Si prevede di reinternalizzare progressivamente le tre sezioni a partire da settembre 2019, completando l'operazione nell'anno scolastico 2021-2022. Siamo particolarmente soddisfatti di questo risultato perché come Cgil ci siamo sempre battuti per la gestione diretta dei servizi. Per quanto riguarda l'offerta privata, si è concordato di rinnovare e ridare validità all'albo dei nidi d'infanzia e dei piccoli gruppi educativi approvato dal Consiglio comunale nel 2014".

“Siamo molto soddisfatti di avere raggiunto questo risultato perché il Movimento 5 stelle si è sempre battuto per la scuola pubblica e adesso che siamo alla guida dell'Amministrazione della città vogliamo aumentare i servizi della prima infanzia gestiti direttamente dal Comune” sottolinea Claudia Resta (nella foto), assessora alla Scuola.

Ecco quanto stabilito dalla giunta pentastellata: 1. che si proceda alla re-internalizzazione progressiva dell'attività didattica delle tre sezioni attualmente esternalizzate della scuola dell'infanzia comunale “Gasparetto”. Come si ricorderà, era stata la precedente Amministrazione comunale ad esternalizzare il servizio didattico delle suddette tre sezioni; 2. che gli uffici competenti, al fine di assicurare la progressività di cui al punto precedente, dispongano un nuovo Accordo Quadro (quello attuale scadrà il 31 dicembre 2018) per la gestione di singole sezioni di scuola dell'infanzia realizzato in modo tale che l'esternalizzazione attuale venga completamente riassorbita a gestione diretta a partire dal 1°  settembre 2021 (indicativamente, il recupero di una sezione ad ogni inizio di anno scolastico). L'Amministrazione comunale ritiene infatti necessario, per comprensibili ragioni di carattere relazionale contingente, dare a tale obiettivo la necessaria gradualità, per non causare disagio agli attuali bambini iscritti e alle loro famiglie con un'eccessiva discontinuità operativa del servizio attualmente reso; 3. che il citato Accordo Quadro mantenga la possibilità di intervenire per situazioni di imprevedibile emergenza e, comunque, sempre previo accordo con le organizzazioni sindacali; 4. di procedere a realizzare piani occupazionali annuali che tengano conto di questo indirizzo.

Questi indirizzi nascono da una duplice considerazione. In primo luogo che attualmente il Comune, come amministrazione scolastica, mette a disposizione una quota di offerta del servizio di scuola dell'infanzia pari a circa il 30% del totale dei posti messi a disposizione delle famiglie imolesi. In secondo luogo che l'Amministrazione comunale ritiene che tale livello quantitativo di offerta debba essere mantenuto, sia per ragioni di razionalità organizzativa, che, soprattutto, per permettere all'ente locale di continuare a svolgere un ruolo di indirizzo e qualificazione per l'intero sistema misto dei servizi prescolastici operanti nel territorio comunale.

Per quanto attiene i nidi d'infanzia la delibera dellla giunta Sangiorgi dispone di riportare la quota a gestione diretta del sistema integrato pubblico-privato ad almeno il 60% dei posti a disposizione dei cittadini imolesi, attraverso la riapertura di sezioni di nidi comunali attualmente non utilizzate e il conseguente ridimensionamento del ricorso al convenzionamento con i gestori dei nidi privati convenzionati, tenendo conto del livello quantitativo della domanda di nido espresso dai cittadini di anno in anno; di procedere a realizzare piani occupazionali annuali che tengano conto di questo indirizzo..Questi indirizzi derivano dalla considerazione che dell'offerta complessiva di posti di nido direttamente o indirettamente sovvenzionati dall'ente locale (nidi a gestione diretta e nidi privati convenzionati), il Comune gestisce attualmente circa il 53% della disponibilità. Una percentuale che si è significativamente ridotta negli ultimi anni, visto che era del 60% nel 2015 e del 66% nel 2009. Da qui la necessità di riequilibrare il sistema integrato pubblico-privato, attraverso una maggiore presenze relativa di servizi educativi 0-3 anni a gestione diretta, al fine di mantenere fortemente in capo all'ente pubblico il ruolo di riferimento per tutto il sistema locale dei servizi dedicati alla prima infanzia.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy