L'uomo dei sogni è di nuovo in azione

Pubblicata il 4 ottobre 2018

Vai alla sezione Cronaca »

Massa Lombarda (Ra). C'eravamo lasciati nel 2015 con la Big Delta Wasp 12 metri, la stampante più grande del mondo. Ora, dopo altri tre anni di ricerca per ottimizzare ed evolvere la tecnologia, Wasp presenta un nuovo traguardo raggiunto: Crane Wasp the infinity 3d printer. Si tratta di un sistema di stampa 3d collaborativa capace di stampare abitazioni. Contenuto nel Maker Economy Starter Kit di Wasp, stampa materiale reperito a Km 0 come il nostro simbolo guida: la vespa vasaia. “Rispettando il nostro passato guardiamo al futuro con una nuova stampante 3d per scala architettonica” dichiara il fondatore di Wasp, Massimo Moretti.

La presentazione ufficiale avverrà nel corso dell'evento “Viaggio a Shamballa”, che si svolgerà sabato 6 e domenica 7 ottobre a Massa Lombarda. Oltre alla tecnologia verrà presentato il caso studio 2018: Gaia, primo modulo in terra cruda al mondo stampato in 3D. Una struttura realizzata con la terra del luogo, paglia e lolla di riso.

“Sabato mattina inizierà la conferenza internazionale a cui sono stati chiamati i principali attorie della stampa 3D del mondo e il titolo dell'iniziativa è 'to save the world' che per noi vuol dire come affrontare i problemi di base dell'umanità con l'aiuto della tecnologia, in particolare affronteremo ill tema dell'abitare un tema e presentiamo una casetta, chiamata Gaia perché è fatta di terra ed è stata realizzata con una stampante 3D".

Ma come sio è arrivati a Gaia? "Gaia E' stata realizzata con la terra ricavato dal posto, qui a Massa Lombarda, si tratta quindi di una casa costruita con materiale presente sul territorio con l'aggiunta di paglia di riso che viene fornito gratis ed è quindi ottimo per la edilizia. Questo processo può essere replicato ovunque nel mondo. Qui abbiamo preso un pezzo di terra che ci è stato dato dal Comune di Massa Lombarda (un terreno senza valore per il normale mercato) e abbiamo cercato di trasformarlo in uni un piccolo paradiso e questo concetto può essere replicato, perché ogni zona del mondo può diventare un piccolo paradiso se il sapere viene applicato per il bene dell'uomo. Inoltre i buchi sul terreno diventano laghetti che prevedono la presenza di pesci, con l'acqua inoltre daremo nutrimento al sistema di coltivazione verticale e ad un altro sistema di coltivazione automatica per sostenere la crescita di di piante selezionate che sono messe in un database ognuna per ogni epoca dell'anno per ottimizzare la coltivazione. In buona sostanza un piccolo angolo di mondo dove un uomo può vivere sereno utilizzando semplicemente quello che trovo sul territorio".

Gaia, denominata tale per l'utilizzo di terra cruda come principale legante della miscela costituente, può essere considerata un nuovo modello architettonico ecosostenibile con particolare attenzione all'impiego di materiali naturali di scarto, provenienti dalla filiera produttiva del riso e orientati alla realizzazione di murature particolarmente efficienti dal punto di vista bioclimatico e di salubrità degli ambienti. L'involucro esterno, completamente stampato in 3d in sito attraverso la stampante Crane Wasp, è stato progettato con la finalità di integrare al proprio interno i sistemi di ventilazione naturale, di isolamento termo-acustico e di impiantistica. La deposizione del materiale a base di terra cruda, paglia e lolla di riso viene controllata attraverso articolati intrecci in grado di conferire al contempo solidità costruttiva e variazione geometrica lungo l'intero sviluppo murario.
Sulla base dei dati sperimentati è possibile immaginarsi in maniera concreta nuovi scenari economici, in cui un ettaro di risaia coltivata è in grado di produrre 100 mq di superficie costruita. L'esperienza di Gaia offre l'occasione per divulgare le­ molteplici potenzialità che la stampa 3d può ancora esprimere grazie alle risorse presenti nel territorio agricolo mondiale, garantendo livelli minimi di impatto ambientale a fronte di infinite soluzioni progettuali, indispensabili per le nuove frontiere dell'abitare.

Ma “Viaggio a Shamballa” è un evento che propone anche altro. Verrà aperto sabato 6 ottobre alle 10 dalla conferenza “A call to save the world”, in cui si confronteranno i massimi esperti mondiali di stampa 3d a livello architettonico. Nel pomeriggio alle 14.30 gli interventi del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e del sindaco di Massa Lombarda Daniele Bassi. Poi la visita al parco tecnologico e l'illustrazione di Gaia. Domenica 7 ottobre è previsto un fitto programma di workshop e conferenze, con la possibilità per tutti di conoscere i progetti che Wasp porta avanti anche nei settori dell'artigianato digitale, cibo, sanità, energia e arte.
L'iniziativa è a ingresso libero e si svolge in collaborazione con il Comune di Massa Lombarda. La conferenza “A call to save the world” sarà all'ex chiesa del Carmine in via Rustici 2. Tutti gli altri eventi si svolgeranno nella nuova sede di WASP in via Castelletto 4, sempre a Massa Lombarda.

Qui il programma completo dell'evento: https://www.3dwasp.com/viaggio-a-shamballa/

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy