La sindaca Sangiorgi chiede di ripartire il fondo riserva del Con.Ami; no degli altri sindaci

Pubblicata il 4 ottobre 2018

Vai alla sezione Politica »

La sindaca Sangiorgi chiede di ripartire il fondo riserva del Con.Ami; no degli altri sindaci
La sindaca di Imola Manuela Sangiorgi, per ora ogni volta che si è occupata del Con.Ami, ha dato o preso un virtuale ceffone. La sera del 3 ottobre l'ha preso, seppur in modo diverso, dall'unanimità degli altri 22 sindaci del Consorzio quando ha chiesto di procedere al riparto del fondo di riserva: tutti hanno detto di posticipare la decisione.

Il sindaco Pd di Medicina Onelio Rambaldi ricorda “che a giugno l'allora presidente del Con.Ami Stefano Manara ci aveva raccomandato di non prevedere entrate straordinarie perché c'erano situazioni difficoltose come la chiusura, per ora temporanea, della discarica Tre Monti. Così, lo scorso luglio abbiamo stretto i rubinetti e il nostro bilancio non ha problemi mentre Imola era appena uscita dal commissariamento dopo l'elezione di Daniele Manca in Senato. La realtà è che finora la nuova Amministrazione di Imola ha solo distrutto nel Con.Ami, ma bisogna anche saper costruire”.

Anche sindaci non di osservanza Pd hanno detto no. Per Castel del Rio Alberto Baldazzi dichiara che “la sindaca Sangiorgi ha dimostrato poca accortezza nel licenziare frettolosamente il Cda con Manara presidente prima di valutare i tempi di decisioni importanti. Sono sorpreso da tale ingenuità e dalla poca tempestività nel sostituire il vecchio Cda. Comunque, non voglio mettere in difficoltà Imola e sono pronto a discutere alla presenza di un nuovo Cda”.

Per Dozza, Luca Albertazzi sottolinea che “ripartire il fondo di riserva sarebbe stato prendersi una responsabilità enorme senza avere il parere di un Cda. Si andava praticamente a prosciugare tutte le riserve. Capisco che l'ex sindaco di Imola Manca le avesse previste, ma poi purtroppo Imola è stata commissariata per lunghi mesi e ora si trova in difficoltà. Si nomini al più presto un Cda e saremo disponibili some sempre a riparlarne”.

Infine, ecco il commento della nuova Amministrazione a 5 Stelle di Imola. “Al termine della seduta del 3 ottobre, l'assemblea del Con.Ami ha optato per il posticipo della decisione inerente la possibilità del riparto del fondo di riserva disponibile. Come noto, la precedente amministrazione comunale di Imola (Pd e alleati con sindaco Manca, ndr) aveva redatto un bilancio preventivo considerando un riparto di riserve di circa tre milioni di euro nonostante le indicazioni del nuovo statuto non lo consentissero. In seguito, la commissaria straordinaria Adriana Cogode aveva poi ridotto tale cifra a circa due milioni di euro in quanto la copertura derivante dai fondi del Con.Ami non era sufficiente. Nell'assemblea della serata scorsa, la sindaca di Imola Manuela Sangiorgi ha caldeggiato la distribuzione di tali risorse suscitando però, da parte dell'unanimità dei partecipanti, solo la decisione di posporla. Un'azione che mette in evidente difficoltà il Comune di Imola alle prese con la redazione del proprio bilancio, nel quale tale cifra risulta vincolante negli equilibri della successiva operatività gestionale dell'amministrazione cittadina. L'auspicio è quello che, all'atto della prossima assemblea, possa prevalere il buon senso nell'ottica di assoluta collaborazione istituzionale tra gli enti e nell'interesse dell'intera collettività”.

(Massimo Mongardi)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy