Al via il progetto “Una mobilità consapevole”

Pubblicata il 13 ottobre 2018

Vai alla sezione Solidarietà »

Al via il progetto “Una mobilità consapevole”
Imola. Biciclette per una mobilità sostenibile. Al via un progetto che prevede l'acquisto di biciclette per i minori che risiedono nella comunità “Villa Pambera” della Fondazione Santa Caterina di Imola. Ogni bicicletta verrà affidata ad un ragazzo che ne sarà responsabile in tutti gli aspetti: dalla manutenzione e cura all'uso civile e rispettoso del mezzo nella città. La comunità darà in comodato d'uso ai ragazzi, tramite contratto scritto, una bicicletta e lo stesso si impegnerà a provvedere alla sua manutenzione.

Gli obiettivi educativi del progetto sono molteplici: dal rendere i ragazzi responsabili dei propri beni perché ne abbiano cura, educarli al rispetto degli accordi, rendere i ragazzi maggiormente autonomi e quindi innalzare la loro autostima rispetto alla capacità di farcela da soli, fino ad educare i ragazzi ad un concetto di spostamento basato sul rispetto dell'ambiente e educarli alla salute e alla mobilità responsabile.

La Banca di Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese, ha contribuito in modo fondamentale alla realizzazione di tale progetto attraverso una donazione di 1.500 euro che ha permesso l'acquisto delle bici con relativo lucchetto e luci.Con questa cifra si prevede di acquistare 10 biciclette nel corso di un anno.

“La nostra Banca, cooperativa, locale, attenta al territorio e alle esigenze delle comunità, appoggia questo progetto di aiuto ed educativo per i nostri giovani, nell'ottica di un processo di responsabilizzazione utile e formativo per la loro crescita come persone e come cittadini” Raffaele Mazzanti, presidente del Comitato locale di Imola della Bcc.


IL PROGETTO
Il progetto si rivolge a ragazzi dai 13 ai 18 anni che, per motivi di tutela e protezione, risiedono presso la comunità Villa Pambera a Imola.

Premessa
I minori inseriti nelle comunità residenziali, derivano da esperienze pluritraumatiche famigliari che minano profondamente la loro struttura psicologica. Questi ragazzi non hanno avuto figure adulte significative che gli hanno dato l'esempio, che li hanno guidati nella formazione di una morale, di un etica e di una condotta ben consapevole di ciò che è sbagliato e di cosa non lo è: nessuno ha insegnato loro il rispetto per le cose, per l'ambiente, per la loro stessa salute e, soprattutto, nessuno gli ha spiegato come anche un piccolo gesto possa cambiare lo stato oltre che la visione delle cose. La comunità diventa così un posto curante, dove si cerca di dare ai ragazzi esempi validi e coerenti partendo dalle piccole incombenze quotidiane: la cura degli spazi, il rispetto delle proprietà degli altri, al cura per le proprie cose, la cooperazione nei lavori domestici e il senso di appartenenza a qualcosa che va oltre la propri persona. Quindi valori come il rispetto, in prima istanza per il prossimo ed il proprio territorio, e di conseguenza per il vivere civile, l'ambiente e la natura, sono essenziali nel far uscire questi ragazzi da un ottica puramente egoistica e prevaricatoria.
Sentirsi dunque parte del mondo in modo responsabile prevede anche una parte di lavoro di primo piano sulla mobilità consapevole.

Interventi
Il progetto consiste nell'acquisto di biciclette per i minori che risiedono nella nostra comunità. Ogni bicicletta verrà affidata ad un ragazzo che ne sarà responsabile in tutti gli aspetti: dalla manutenzione e cura all'uso civile e rispettoso del mezzo nella città. La comunità darà in comodato d'uso ai ragazzi, tramite contratto scritto, una bicicletta e lo stesso si impegnerà a provvedere alla sua manutenzione.

Obiettivi
1. Rendere i ragazzi responsabili dei propri beni perché ne abbiano cura;
2. Impegnare i ragazzi in un contratto scritto ed educarli al rispetto degli accordi;
3. Educare i ragazzi ad un concetto di spostamento basato sul rispetto dell'ambiente;
4. Educare alla salute e alla mobilità responsabile;
5. Rendere i ragazzi maggiormente autonomi e quindi innalzare la loro autostima rispetto alla capacità di farcela da soli.

Costi e tempi
Per l'acquisto delle 10 biciclette nell'arco di un anno, con relativo lucchetto e luci, si prevede un budget di circa 1500€.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy