Ancora rumore oltre i limiti di legge all'autodromo

Pubblicata il 15 ottobre 2018

Vai alla sezione Cronaca »

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta inviata da Eddi Dolcetti, portavoce del Comitato Autodromo, al presidente di Formula Imola.

Gentile Presidente,
mi permetto di scriverle perché vorrei condividere qualche riflessione.
Come tutti le auguro si stia godendo questo ottobre dai tepori tardo estivi e dai multicolori autunnali. Passeggiare nel parco delle Acque Minerali è uno dei migliori regali che la natura ci possa offrire: in particolare, quando nel calendario della società che gestirà ancora per qualche mese, non sono presenti giornate rumorose in deroga.

Epperò, sabato 13 ottobre 2018, la situazione idilliaca descritta nelle righe precedenti, è stata turbata dalla presenza di mezzi produttori una quantità di decibel decisamente oltre ai limiti di Legge (considerando che l'impianto si trova in una situazione recidiva, come cittadina rispettosa delle Norme, ho informato chi di dovere). Curiosamente erano presenti mezzi dalla livrea simile o identica, alcuni all'interno di emissioni acustiche sopportabili, molti ampiamente oltre.

Da questa situazione nascono domande indirizzate alla sua persona ed alla nostra Amministrazione.
Nel 2018 le giornate rumorose fuori deroga hanno superato ampiamente quelle del 2017 e, secondo una sua interpretazione, più il calendario comprende tali giornate, tanto maggiori sono le entrate e relativi utili per la società pubblica Formula Imola. Pur non essendo una industriale come lei, riesco a capire, seguendo il suo pensiero, che il bilancio 2018, in virtù di tali sforamenti, sarà decisamente più gratificante in termine di utili. In questa prospettiva sarebbe interessante capire quale tipo di eredità lascerà al nuovo Cda in entrata in Formula Imola, sia confrontando il 2018 con il 2017 che esprimendo una valutazione puntuale dei circa dieci anni di sua amministrazione (gestioni in utile, pareggio o rimessa).

Una domanda anche all'Amministrazione: il 24 giugno 2018 è caduto un mondo, aprendo scenari e prospettive nuove. Nella realtà quotidiana questo nuovo fatica ad essere percepito, non tanto nelle azioni, ma nelle posizioni politiche. Davanti all'utilizzo sempre più ampio delle giornate rumorose non in deroga, come si pone la nostra Giunta? Stiamo andando verso una sorta di extraterritorialità del Parco? Come dicevano i nostri nonni “chi tace consente”, oppure cosa? Paradossalmente il 2017 è stato meno rumoroso...

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy