Cgil, la Loreti rieletta segretaria Flc: "Mancano fondi e risorse umane nella scuola"

Pubblicata il 22 ottobre 2018

Vai alla sezione Scuola e Formazione »

Cgil, la Loreti rieletta segretaria Flc: "Mancano fondi e risorse umane nella scuola"
Imola. Si è svolto nei giorni scorsi il congresso della Flc Cgil di Imola, che rappresenta i lavoratori di scuola, università, ricerca. L'Assemblea generale ha confermato all'unanimità Alessandra Loreti segretaria generale, alla guida della categoria dal dicembre 2016.

"Nella legge di stabilità per l'anno 2019, appena approvata e che conosciamo sommariamente dai commenti degli editorialisti – afferma Loreti - il quadro appare confuso, disomogeneo e per nulla rassicurante rispetto alle risorse da destinare ai settori della Scuola, Università, Ricerca ed Alta Formazione Artistica e Musicale. Allo stesso modo non abbiamo ancora certezze rispetto ai fondi necessari per il rinnovo del Contratto nazionale che scadrà il 31 dicembre. I lavoratori della scuola italiana sono tra i peggio pagati d'Europa, da anni ormai non si investe né su di loro, né nella messa in sicurezza ed adeguamento all'attualità dei bisogni formativi delle strutture scolastiche".

"Non ci sono più docenti specializzati sul sostegno e non si fanno corsi abilitanti. Mancano dirigenti scolastici e direttori dei servizi generali ed amministrativi, ma non si fanno concorsi ed il sistema scuola si regge sulla disponibilità e buona volontà. Allo stesso modo, per norma di legge, non si sostituiscono gli assistenti amministrativi, se non dopo 30 giorni di assenza ed i collaboratori scolastici dopo 7. La Flc, insieme alla Cgil – continua Loreti - si è sempre schierata nella difesa di quei valori che, oggi più che mai è necessario sostenere per una società civile: il diritto all'istruzione, alla legalità, ai diritti costituzionali che lo Stato deve garantire, alla lotta alle mafie, ad un mondo di condivisione di saperi e culture senza barriere. Un altro fronte, sul quale ci stiamo muovendo, è con la nuova Amministrazione comunale di Imola per il riconoscimento delle funzioni miste ai collaboratori scolastici. Annosa situazione, proposta anche all'assessore Brienza, ma che, in continuità con il passato, non veniva considerata. Un altro tema che abbiamo iniziato ad affrontare con l'assessore Resta è il futuro dell'Istituto Comprensivo 1 di Imola. Abbiamo messo in evidenza le difficoltà che lo hanno caratterizzato sin dalla sua istituzione nell'anno scolastico 2017/18, dalle reggenze dei Dirigenti scolastici e quest'anno, ad incidere ulteriormente in modo negativo, la reggenza del Dsga (Dirigente servizi generali amministrativi), che peraltro, è un assistente amministrativo che svolge funzione di Dsga già in un altro istituto. È l'emblema di come siano insufficienti le risorse di personale nell'Istruzione".

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy