Cambiavento

SEGNALI DI FUMO DA BOLOGNA: "Lo Champagne sa di tappo"

Pubblicata il 8 ottobre 2013

Vai alla sezione Segnali di fumo »

SEGNALI DI FUMO DA BOLOGNA: "Lo Champagne sa di tappo"
Un’antica leggenda attribuisce all’avvocato Porelli, indimenticato patron della Virtus, una storica battuta: “A Bologna appena uno sta per aprire la bottiglia di Champagne si alza subito qualcuno, dal fondo, a dire che sa di tappo...”
Dunque è inevitabile che qualsiasi avvenimento che coinvolga la città sia oggetto di polemiche più o meno giustificate.
L’ultimo esempio è stato l’inaugurazione del Mast, la “Minifattura delle arti, sperimentazione e tecnologia”, voluta da Isabella Seragnoli, mente e guida della GD che ha finanziato e costruito questo spazio polifunzionale in un’area dismessa a ridosso della sede dell’azienda.

Mast è contemporaneamente un'accademia per la formazione, un auditorium, un centro espositivo, un centro wellness, un asilo nido, un ristorante e una caffetteria. E’ stato presentato come un esempio di “responsabilità sociale d’impresa”, concetto molto sbandierato soprattutto dalle multinazionali e quasi sempre tradito o mistificato.
La GD invece ci crede. Nel suo discorso la Seragnoli, davanti a tutto il notabilato cittadino e al premier Letta, non rinuncia però a togliersi un sassolino:  "Devo dire che intorno a me non ho sentito un grande tifo da parte di Bologna, per portare avanti questo progetto".
Tutti a quel punto si sono voltati a guardare in direzione del Sindaco Merola per capire a chi si riferisca la Seragnoli, ed ecco il colpo di scena. Lo sguardo cade nel vuoto: Merola non è venuto. Ha pensato bene di sfruttare il week-end lungo ed è andato in ferie.

E da lì ne è seguita la consueta piccola apocalisse cittadina di polemiche e sopiti rancori: politici contro politici, industriali contro amministratori, imprenditori contro giornalisti.
Ovviamente il veleno è corso a fiumi, soprattutto tra i tanti coccodrilli presenti in sala: Montezemolo butta subito benzina sul fuoco denunciando come “il coraggio e la lungimiranza di Isabella Seragnoli non abbiano avuto molto tifo attorno è grave se non umiliante”. Tocca poi a un ex sindacalista, in transito a Bologna proprio il giorno dell’inaugurazione (un caso raro visto che quando era sindaco abitava da un’altra parte e non partecipava neanche alla commemorazione dei morti per il disastro ferroviario di Crevalcore) trovare il modo per fare polemica confrontando la velocità di realizzazione del Mast rispetto a quella del People Mover.

A Montezemolo e Cofferati risponde su facebook, Adriano Turrini, presidente di Coop Adriatica: “Meglio non commentare Cofferati, passato da Bologna per caso. Più utile invece ricordare a Montezemolo che nella Bologna in cui vive è stato per un decennio alla guida della Fiera. Un periodo, guarda che sfiga, che ha coinciso con il lento declino di uno dei patrimoni della città...”

Insomma, come sempre non ci siamo fatti mancar niente: un grande calderone di dichiarazioni che danno l’idea di una perenne lotta di trincea tra i poteri e dentro i poteri.
A Bologna farebbe bene parlare di responsabilità sociale d’impresa, delle opere inutili da abbandonare e di quelle utili da fare, ma non con le litanie di questo o quel personaggio: ci vorrebbe un dibattito trasparente e sarebbe utile capire chi decide e perchè. Purtroppo le uniche volte che i cittadini si esprimono democraticamente, come è accaduto per il referendum contro i finanziamenti alla scuola privata, vengono bellamente ignorati. C’è una sovrastruttura cittadina che si sente al di sopra di tutto e passa il suo tempo a litigare: questa, molto più dell’assenza al taglio di un nastro, è la vera responsabilità di un Sindaco e di una giunta.
Per tutto il resto l’appuntamento è alla prossima inaugurazione, aspettando che qualcuno annunci che lo Champagne sa di tappo.
(Paolo Soglia)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl