Cambiavento

Autodromo, al via i primi lavori per 400mila euro

Pubblicata il 20 marzo 2014

Vai alla sezione Turismo & Motori »

Autodromo, al via i primi lavori per 400mila euro
Imola. Prenderanno il via lunedì 24 marzo, in autodromo, gli interventi che riguardano, fra l’altro, l’ingresso di viale Rosselli e quello Rivazza (su via Santerno), che diventa l’ingresso principale dell’autodromo e l’unico per i futuri eventi sportivi. I lavori saranno completati entro la fine di aprile, in vista dell’Ayrton Senna Tribute, che si svolgerà dall’1 al 4 maggio, che prevede anche l’inaugurazione del museo “Checco Costa”. Questi interventi costituiscono la prima fase del Piano Strategico triennale per l'autodromo, presentato dal Comune di Imola la scorsa estate che attiene gli spazi dell’impianto, con la realizzazione della nuova “piazza Autodromo”, da associare a eventi non solo prettamente sportivi ma di altro carattere e destinati ad una più ampia fruizione ed uso anche da parte di tutta la comunità cittadina, tutti i giorni dell'anno, gratuitamente.

Gli interventi edili che saranno realizzati dal 24 marzo a fine aprile prossimo si possono così riassumere: riqualificazione dell’area di ingresso dell’autodromo, oggi destinata a paddock e utilizzata esclusivamente a fini sportivi, con l’eliminazione del cancello di ingresso su Via Rosselli e l’eliminazione con trasformazione di parte della barriera di confine tra il Paddock 1 e il lungofiume, dall’attuale ingresso fino all’altezza della cabina elettrica di fronte alla torre Dekra. Sono previste, infatti, opere di pavimentazione per creazione di nuovi percorsi pedonali, interventi di arredo urbano (panchine e illuminazione) e messa a dimora di nuovi alberature e cespugli lungo la linea di confine. Questo intervento rappresenta il primo importante passo nell’ottica di apertura dell’autodromo alla città, consentendo la connessione visiva e fisica dell’attuale area Paddock 1 con l’area  lungofiume e l’area urbana. Più complessivamente, l’intervento prevede la riduzione delle aree interdette o di limitato accesso, per trasformare tutta l’area prospiciente il museo e l’adiacente sala stampa in una nuova “piazza” urbana, sempre liberamente accessibile dai cittadini e direttamente connessa al parco lungofiume. La chiusura dell’area Paddock 1 in occasione di eventi sportivi sarà comunque assicurata dallo spostamento di una nuova frontiera/cancello in corrispondenza della fine del museo e della sala stampa. Questa nuova frontiera/cancello è costruita con elementi modulari che ne consentono facilmente lo spostamento a tre diversi livelli del Paddock 1, a seconda delle esigenze: subito dopo la torre Dekra, subito dopo l’ingresso del museo e infine al termine del complesso che oggi ospita il museo e la sala stampa.

In secondo luogo sarà avviata la revisione funzionale e riqualificazione dell’accesso esistente sulla Via Rivazza, destinato a divenire l’ingresso principale dell’autodromo e l’unico al servizio dell’attività sportiva seguita dalla riconfigurazione di una porzione della sala Ssampa ad uso uffici, per trasferirvi l’attività Stai (Società turismo area imolese), in adiacenza al museo. Infine, è prevista la riqualificazione e il restyling esterno della torre Dekra. Questo immobile, icona dell’Autodromo nel mondo, è destinato a divenire un elemento centrale anche per nuove funzioni e destinazioni d’uso future. Da lunedì 24 marzo a fine aprile all’autodromo non si accederà più dall’ingresso di via Rosselli, ma dall’ingresso Rivazza su Via Santerno.

Questi interventi sono finanziati dal Con.Ami, in qualità di concessionario dell’impianto, per un importo complessivo di circa 300 mila euro. Sono inoltre in corso altri interventi, già previsti nell’accordo di gestione della struttura sportiva, legati all’implementazioe e miglioramento dei presidi antincendio e di adeguamento normativo e funzionale del tracciato, per un costo di circa 100 mila euro, sempre a carico di Con.Ami. L’impegno di investimento complessivo a carico di Con.Ami per l’Autodromo è pari a 400mila euro per 5 anni, quindi in totale 2 milioni di euro. 

Come annunciato a suo tempo, il Piano strategico  messo a punto dal Comune è più ampio e include oltre alla parte commerciale anche la parte didattica, officine e museo e prevede molte altre opere di riqualificazione della struttura sportiva e quindi ulteriori e più significativi interventi che sono in programma a partire da fine 2014, al termine dell’attuale calendario di eventi sportivi.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl