Cambiavento

Via Foscolo, social street

Pubblicata il 14 luglio 2015

Vai alla sezione Comunità »

Via Foscolo, social street
Castel San Pietro Terme (Bo). E’ una strada chiusa, ma è stata ribattezzata “strada aperta” o “social street”. Parliamo di via Foscolo a Castel San Pietro Terme. I residenti di via Foscolo hanno pensato di festeggiare per la prima volta in città la “Giornata europea dei vicini di casa”, venerdì 29 maggio, organizzando un aperitivo nel giardinetto della strada. E da qui è nata l’idea. “Via Foscolo ‘strada aperta’, ci piace chiamarla così - spiegano i promotori dell'iniziativa, Francesca Mirri, Laura Martelli, Gaetano Mangiameli e Nicola Ballarano – , in contrapposizione al fatto che, dal punto di vista della viabilità, è una strada chiusa. Noi crediamo, infatti, che i residenti siano aperti all'idea di buon vicinato ed è per questo che, prendendo spunto dell'esperienza positiva di altre altre social street abbiamo proposto, attraverso il passaparola e i volantini attaccati in ogni portone, di partecipare alla prima festa tra vicini. Il gruppo creato su Facebook (Residenti in via Foscolo – Castel San Pietro Terme – Social Street) è un ulteriore strumento, ma secondario, per informare coloro che utilizzano il social network, i quali a loro volta riferiranno di persona a condomini e conoscenti”.

Il bis non si è fatto attendere. Chili di cocomero, litri di limoncello, chiacchiere e sorrisi hanno caratterizzato la seconda iniziativa orVia Foscolo, social streetganizzata il 24 giugno dalla prima social street di Castel San Pietro e del circondario imolese. "Frescolo" (via Foscolo al fresco), questo il nome scelto per il dopo-cena conviviale nel giardinetto della via, ha richiamato oltre 80 vicini di casa, anche coloro che non erano potuti essere presenti alla prima festa del 29 maggio, persone che non abitano più in via Foscolo, ma sentono ancora di farne parte, e famiglie che stanno per trasferirvisi.

Questa volta le tavolate si sono riempite di frutta in abbondanza, dolci, gelato e, tra le bottiglie di limoncello, anche quella fatta recapitare da un vicino, partito per le vacanze e dispiaciuto di non essere presente, che però ha voluto offrire un brindisi con il liquore fatto in casa con i suoi limoni. Sono gesti semplici come questi che spiegano che cos'è una social street e il valore, da riscoprire, del buon vicinato.

L'idea è stata accolta con entusiasmo e alla festa erano presenti quasi cento persone, tante famiglie che hanno imbandito le tavolate con prelibatezze preparate in casa e trascorso piacevolmente alcune ore insieme. Anziani, giovani coppie con bambini, alcuni in via Foscolo da decenni e altri appena trasferiti, tutti concordi nel voler organizzare al più presto un’altra iniziativa. In molti si sono sorpresi di non conoscere i volti dei propri vicini, pur abitando da anni nella stessa strada.

 

L'idea del "social street" ha origine dall'esperienza di via Fondazza a Bologna, iniziata nel settembre 2013. L'obiettivo è quello di socializzare con i vicini della propria strada di residenza al fine di instaurare un legame, condividere necessità, scambiarsi professionalità, conoscenze, portare avanti progetti collettivi di interesse comune e trarre quindi tutti i benefici derivanti da una maggiore interazione sociale. Via F

oscolo è stata inserita nella rete di Social Street Italia, che conta ben 382 gruppi.

“In via Foscolo molti si conoscono solo di vista – aggiungono i promotori della social street castellana – e grazie ad iniziative come questa, che auspichiamo sia la prima di una lunga serie, ora sarà più facile fermarsi a parlare quando ci si incontra, raccogliere idee e proposte per organizzare iniziative, realizzare progetti, abbellire la via e, perché no, aiutarsi in caso di necessità. Le idee non ci mancano, non vediamo l'ora di condividerle con i vicini”.

Per informazioni: tel. 338/2432324 -339/1125920; viafoscolostradaperta@gmail.com.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl